Origini della forma: elefanti e girondini

by Last Cold Crash

/
  •  

1.
2.
3.

about

Download here: www.mediafire.com?ogrzya2mgroqdak

It was written between October and December of 2008 and recorded in winter of 2009.

Artists in the records: Timmy - voice, Gianma - guitar, Luca - drums, Thomas - bass.

Cover art by Gianmaria Quarta

"[...]tre pezzi di scuola post-hc/screamo abbastanza diversi tra di loro in bilico tra gli onnipresenti Converge [...] mid tempo con cambi di metronomo / stop and go che ricordano i Battles [...] e addirittura scorie di rock’n roll acido [...]"
www.noizeitalia.com

"[...]Cio' che ne nasce e' il progetto Last Cold Crash, ovvero un misto di post-hc, noise ed in particolare screamo, il tutto fuso con una sperimentazione musicale davvero sorprendente [...] Forse molti di voi pancacci storceranno il naso con i Last Cold Crash [...]"
www.punk4free.org

"2,5/5,0"
www.punktastic.com

"[...]l’opera prima dei Last Cold Crash è un esperimento riuscito per metà che però ha mostrato un gruppo dalle potenzialità quasi aliene e che curiosamente riesce a fare le cose migliori quando comincia a strafare [...]
Voto 71 Claustrofobia"
timpaniallospiedo.blogspot.it

"[...]Der Planet Der Kleinen Affen ha un suono deviato anni 70 mischiato a post punk core di derivazione apocalittica, una sorta di viaggio nella mente di uno psicopatico del nuovo millennio [...]"
"90/100"
www.undergroundzine.com

All members of Last Cold Crash in these years: Giamma, Thomas, Luca, Jamil, Marco, Timmy.

R.I.P.

credits

released 10 April 2009

tags

license

all rights reserved

feeds

feeds for this album, this artist
Track Name: Sole di mezzanotte
SOLE DI MEZZANOTTE

Una lacrima un addio una foto in tasca che cancellando ogni secondo me lo farà vivere
Segnando nel mio ritorno quel che veramente so
Uccidi ogni parola quando il mondo cambierà
Di ogni istante quel ricordo spezzando lo specchio dell'intimità un corridoio quel secondo di troppo aspettando controvento
Per sempre nel tramonto come mani annodate il respiro di un bimbo

Lyrics by Timmy
Track Name: Autocensura di un candelabro
AUTOCENSURA DI UN CANDELABRO

Dove il vento striscia la sua spazzatura troppo tempo in medicina a tapparmi le orecchie
Può essere confessa la mia corsa oddio... in basso in parassita domestico
Non pensare anche il mallo sboccia un passeggiero coinvolto a stoppare ogni download
Il logorio di un confesso penitente la memoria che confonde il sogno e la finzione una manciata di forme a ripetere anche la neve le ha diverse
Riesco ancora a riflettermi senza specchio non sapendo chi dei due sia piu impaurito
Questo passato come ieri un lampadario sul soffitto di una grotta
Vedendo ancora la tua ombra camminare sulla strada io sulla mia linea di confine verso un pomeriggio uguale

Lyrics by Timmy
Track Name: Der planet der kleinen affen
DER PLANET DER KLEINEN AFFEN

Vendesi spazio a veri artisti cercando nuovi falsi eroi vendesi spazio a veri artisti cercando nuovi falsi eroi
L'arte è un avviso di chiamata andato via Gesù passa la bottiglia e chiudi gli occhi
Aspettando l'impiccato faccio molta confusione lasciando Cassandra alla fine della festa
L'attesa mi rende cosi curioso da cercarti tra i campanelli in parte al suo portone
Vede un corvo nel lato di un cane ma non per questo sarò impegnato senza cercarne un me stesso dentro te

Lyrics by Timmy